NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo
  • slide grazie
  • slide espero
  • 2
  • slide-1
  • Segni di Futuro.

    Crediamo in una Grande scuola, che funzioni e che offra a tutti il meglio, ci stiamo lavorando...con Voi.

Nella sezione modulistica sono stati inseriti  il modello e la guida per la compilazione e presentazione della richiesta per gli assegni familiari.

NOTA SU TRATTATIVA ALL’ARAN – INCONTRO DEL 15 GENNAIO
 
L’incontro di prosecuzione del negoziato all’ARAN di lunedì 15 gennaio si è incentrato prevalentemente su tre questioni: le modalità con cui definire gli incrementi economici, le procedure disciplinari e le relazioni sindacali. La discussione si è svolta ancora sugli aspetti di metodo, la cui rilevanza non è di poco conto soprattutto sulle questioni di carattere normativo.
Per quanto riguarda gli incrementi retributivi, l’ARAN ha illustrato i criteri con cui si sta elaborando la proposta che verrà portata al tavolo di trattativa: al fine di sostenere i trattamenti retributivi più bassi rispetto all’obiettivo di incremento medio fissato nell’accordo di palazzo Vidoni, si ipotizza l’introduzione di un elemento perequativo sotto forma di “una tantum” che verrebbe corrisposta dal mese di marzo e fino al mese di dicembre 2018 in aggiunta all’incremento base, anch’esso decorrente dal 1° marzo. Prevista anche la corresponsione di arretrati relativi agli anni 2016 e 2017 e ai primi due mesi del 2018. L’indennità di vacanza contrattuale attualmente percepita si conserva e verrà conglobata nei nuovi stipendi. Prevista anche la rivalutazione di tutte le indennità a carattere continuativo attualmente corrisposte (CIA, RPD, indennità DSGA) e delle altre dotazioni finalizzate all’erogazione di salario accessorio (fondo di istituto).
Per quanto riguarda gli aspetti disciplinari, a fronte di un approccio dell’ARAN tendente a uniformare la materia in tutti i comparti e settori del lavoro pubblico è stata sottolineata, da parte di tutte le sigle sindacali, la necessità di tenere conto delle specificità riguardanti la scuola, avendo a riferimento quanto contenuto nel decreto l.vo 297/1994 (testo unico delle disposizioni riguardanti la scuola). 
I nodi politici di più difficile soluzione si sono rivelati anche in questo incontro quelli relativi alle materie affidate alla contrattazione. Le organizzazioni sindacali hanno ribadito la richiesta di un’esplicita attribuzione alle sedi negoziali di questioni che investono direttamente la gestione del rapporto di lavoro (articolazione dell’orario di lavoro, attribuzione della sede di servizio, ecc.), in coerenza a quanto previsto nell’accordo del 30 novembre 2016 e all’impegno di riequilibrare a favore del contratto il rapporto tra norme di legge e norme pattizie. Su questi aspetti, di rilevante valenza politica, è quanto mai indispensabile che si passi immediatamente alla puntuale individuazione delle problematiche su cui sviluppare il confronto, che non può continuare a svolgersi su mere affermazioni di principio. Serve dare più concretezza al tavolo di trattativa se si intende favorire, come nelle attese di tutti, una conclusione positiva e in tempi brevi del negoziato.
La ripresa dei lavori è già stata fissata per il pomeriggio di mercoledì 17 gennaio, ripartendo dal tema delle relazioni sindacali.
 
Roma, 16 gennaio 2018
 
Flc  CGIL
Francesco Sinopoli CISL  Scuola
Maddalena Gissi UIL  Scuola Rua
Giuseppe Turi SNALS  Confsal
Elvira Serafini
 

  Dalle ore 8 del 16 gennaio alle ore 20 del 6 febbraio 2018 è possibile presentare le domande di iscrizione al primo anno della scuola primaria, della scuola secondaria di primo e secondo grado.

 Così è stabilito nella nota del Miur 2929 del 13 dicembre 2017. Confermata anche per quest'anno scolastico la modalità di trasmissione online delle domande. 

Per l'accesso collegarsi al sito del Miur: http://www.istruzione.it/iscrizionionline

inas servizi

serviziinas

Prestazioni

(A12) Costituzione posizione assicurativa
(A15-A16) Ricalcolo pensioni per motivi reddituali e documentali
(A18) Assegno al nucleo familiare lavoratori dipendenti
(A25) Prestazioni per Tbc
(A26) Tutela della maternità
(A29) Ricongiunzioni
(A33) Cure balneo-termali Inps
(A34) Ratei maturati e non riscossi
(A34) Interessi legali
(A35) Doppia annualità di reversibilità
(A36) Verifica e rettifica posizioni assicurative
(A37) Versamenti volontari
(A39) Riscatti
(A44) Indennità di accompagnamento Inps
(C32) Tutela dell’handicap
(C32) Inidoneità al servizio
(C15) Maggiorazione della rendita Inail per familiari a carico
(C16) Indennità Inail per ricaduta dopo il rientro al lavoro
(C17) Assegno Inail per cure e accertamenti medici ai lavoratori malati di silicosi/asbestosi
(C18) Riscatto della rendita Inail per lavoratori agricoli
(C19) Integrazione della rendita Inail in favore dei superstiti
(C20) Maggiorazione della rendita Inail per cure mediche o chirurgiche
(C22) Richiesta accertamenti diagnostici presso le sedi Inail
(C23) Cure termali e soggiorni alberghieri a carico dell’Inail
(C24) Richiesta di protesi Inail
(C25) Rimborso Inail per le spese funerarie
(C25) Beneficio Inail “Fondo Gravi Vittime Infortuni sul Lavoro”
(C26) Tre annualità di rendita Inail per coniuge superstite in caso di nuovo matrimonio
(C27) Assegno Inail per assistenza ai lavoratori gravemente malati
(C28) Assegno Inail per grandi invalidi che non possono lavorare
(C29) Rimborso Inail per medicinali
(C30) Rimborso Inail del viaggio/diaria per sottoporsi a cure
(D15) Assegno mensile Inail per orfani o vedovi del lavoratore titolare di rendita
RICHIEDI SEMPRE LA TUA RICEVUTA DI PAGAMENTO

Allegati:
Scarica questo file (All.2_Piccolo contributo grande servizio pieghevole (1).pdf)Pieghevole1[ ]326 kB

Sulla Gazzetta Ufficiale - serie generale n. 302 del 29 dicembre 2017 è stato pubblicato il decreto della presidenza del consiglio dei ministri n 206 del 2017 con cui sono state regolamentate le modalità di svolgimento delle visite fiscali nonché di accertamento delle assenze per malattia dei dipendenti pubblici. Si precisa sin da ora che l'art. 3 del decreto, rubricato "fasce orarie di reperibilità" prevede che "in caso di assenza per malattia, le fasce di reperibilità dei dipendenti delle pubbliche amministrazioni sono fissate secondo i seguenti orari: dalle 9 alle 13 e dalle 15 alle 18. L'obbligo sussiste anche nei giorni non lavorativi e festivi" . Le disposizioni entreranno in vigore il 13 gennaio 2018. In allegato il testo integrale del decreto.

Allegati:
Scarica questo file (decr_vis_fisc pdf.pdf)decr_vis_fisc pdf.pdf[ ]46 kB

Pubblichiamo dal sito istituzionale della Provincia di Cosenza, il comunicato stampa sull'approvazione  del piano di dimensionamento scolastico.

 

Affari Istituzionali - Cosenza, 20/12/2017

IN ASSISE PROVINCIALE APPROVATO ALL'UNANIMITÀ IL PIANO DI DIMENSIONAMENTO SCOLASTICO

Iacucci: «La nostra bussola sono i Sindaci e gli Amministratori, con i quali ci siamo confrontati su tutto»

 

«Chiudiamo il 2017, anche sotto l’aspetto finanziario, con grande soddisfazione, perché siamo in grado di far fronte ai doveri nei confronti del personale provinciale ma anche di dare risposte al territorio e ai cittadini». Così il Presidente Franco Iacucci che, in apertura dei lavori del Consiglio Provinciale odierno, ha sottolineato il grande lavoro programmato dall’Ente sugli edifici scolastici; l’approvazione entro fine anno dei finanziamenti sul bando regionale per l’edilizia scolastica, per quasi ventisette milioni di euro da investire sul Telesio e Scorza di Cosenza, sul Fermi di Castrovillari e sul Pizzini di Paola; e la fondata speranza del finanziamento del Fermi di Cosenza, con l’ulteriore scorrimento della graduatoria stessa per ulteriori trentaquattro milioni di euro.

«Un’attenzione a tutto tondo per la scuola - ha aggiunto il Presidente della Provincia - che è stata molto alta anche rispetto alle scelte relative al cd. “Piano di dimensionamento scolastico”, predisposto attraverso il metodo della concertazione e del confronto tra le parti e modificato solo in relazione ai sottodimensionamenti. L’auspicio è però quello di lavorare nei prossimi anni per omogeneizzare l’offerta formativa, con la creazione di poli specialistici affini». In questa direzione si lavorerà anche per la nuova organizzazione nel distretto di Castrovillari, ha concluso Iacucci rispondendo alla sollecitazione del Presidente della Commissione Franco Pascarelli.

Queste le modifiche:

- Per il Distretto di Cosenza:

1. IIS Pezzullo è stato accorpato all’IIS ITC Serra ITG Quasimodo e da tale accorpamento è nato il nuovo IIS Pezzullo + ITC Serra + ITG Quasimodo, con sede della Dirigenza Presso IIS Pezzullo; 
2. al Liceo Statale “Lucrezia della Valle” è stato accorpato il Liceo Artistico Statale già appartenente all’IIS ITC Serra ITG Quasimodo e da tale accorpamento è nato il nuovo IIS Liceo Statale LA Lucrezia della Valle.

Discorso più complesso per il Distretto di Spezzano della Sila per il quale, a seguito della nascita del Comune unico “Casali del Manco”, si è provveduto a ridefinire l’assetto organizzativo delle scuole interessate nel seguente modo:

1. L’ex IC Pedace cambia solo denominazione, diventando “IC Casali del Manco I”; 2. l’ex Comune di Spezzano Piccolo e l’ex Comune di Trenta vanno a costituire, invece, il nuovo IC Casali del Manco II3. l’IC Rovito perde l’ex Comune di Trenta (oggi Casali del Manco), ma resta a reggenza in deroga per quanto previsto dalle norme per i Comuni montani; 4. L’IC Celico viene accorpato all’IC Spezzano della Sila e da tale accorpamento nasce il nuovo IC Spezzano della Sila - Celico, con sede della dirigenza a Spezzano della Sila.

Per il Distretto di Diamante:

1. Viene accorpato all’IIS di Diamante l’Istituto Agrario del Comune di Belvedere Marittimo; allo stato attuale, fra l’altro, l’IIS già ospita, nella sede di Cirella, l’Istituto Agrario. Tale decisione nasce dalla volontà di attivare un nuovo Polo agroalimentare legato al Settore turistico nel territorio di Diamante.

In relazione all’offerta formativa, infine, nel Piano di dimensionamento sono state accolte le richieste di istituzione di numerosi nuovi indirizzi di studio.

Altro importante argomento discusso dall’Assise provinciale ha riguardato la problematica del nodo ferroviario di Paola. Sul punto ha relazionato il Consigliere Graziano Di Natale che ha proposto l’approvazione di un Ordine del Giorno riguardante “Promozione e difesa del nodo ferroviario di Paola” già approvato dal Consiglio comunale paolano, per «evitare che servizi importanti quali il Carro soccorso e l’Officina possano essere depotenziati da una politica aziendale di Trenitalia miope e poco attenta all’importanza del servizio stesso. Il Consiglio Provinciale ha quindi, all’unanimità approvato un atto di indirizzo per: - potenziamento dei collegamenti; potenziamento treni intercity; sistemazione logistica degli spezi ubicati al piano superiore della stazione; mantenimento e potenziamento IMC e carro soccorso; metro leggera di superficie collegante i Comuni del Tirreno cosentino con il Centro urbano di Cosenza (Università), Germaneto, Aeroporto e Stazione di Lamezia Terme; treni straordinari nel periodo estivo colleganti la costa tirrenica con il capoluogo cosentino, da effettuarsi anche durante il periodo notturno.