Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Proseguire la navigazione equivale a consenso. Per saperne di piu'

Approvo

1click

"SCUOLA SICURA", CONVERSAZIONE CON ALBERTO VILLANI - 18 MAGGIO ORE 14,30

Inserito in Notizie

Martedì 18 maggio, in diretta streaming sul  sito e sulla  pagina facebook della CISL SCUOLA sarà possibile seguire, a partire dalle ore 14,30, un evento di grande interesse, grazie alla disponibilità gentilmente offerta dal prof. Alberto Villani, presidente della Società Italiana di Pediatria, che converserà con noi sui temi attualissimi della sicurezza epidemiologica in ambiente scolastico.
Sarà un'occasione preziosa per fare il punto e porre domande sulle questioni con cui le scuole si stanno misurando nell'immediato e nella prospettiva di un nuovo anno scolastico, per il cui regolare avvio occorre da subito porre il massimo impegno.
Il professor Villani, responsabile della UOC di Pediatria Generale e Malattie Infettive all'Ospedale Bambino Gesù di Roma, ha partecipato nei giorni scorsi in qualità di esperto all'incontro fra Ministero e Sindacati sull'aggiornamento dei protocolli di sicurezza per lo svolgimento in presenza degli esami di Stato.  
Allegati:
Scarica questo file (SCUOLA-SICURA.pdf)SCUOLA-SICURA.pdf[ ]159 kB

Piano Scuola Estate 2021, istruzioni operative sull’utilizzo delle risorse assegnate alle scuole

Inserito in Notizie

 

Con la nota prot. n. 11653 del 14/05/2021 la Direzione Generale per le Risorse Umane e Finanziarie del Ministero dell’Istruzione fornisce alle scuole le prime istruzioni operative in merito all’utilizzo delle risorse stanziate dall’art. 31, comma 6, del DL 41/2021 (cd “Decreto sostegni”), che ha incrementato di 150 milioni di euro, per il 2021, il Fondo per l’arricchimento e ampliamento dell’offerta formativa e per gli interventi perequativi di cui all’art. 1 della legge 440/1997.
Tale incremento, come è noto, è finalizzato a sostenere il “Piano scuola per l’estate 2021“, illustrato dal Ministero con la circolare 643 del 27 aprile scorso e di cui la nota della DGRUF ripropone l’articolazione in tre fasi, collocate nel periodo che intercorre tra la fine delle lezioni dell’a.s. 2020/21 e l’inizio di quelle dell’a.s. 2021/2022.
Per la realizzazione degli interventi di cui sarà deliberata la messa in atto, le istituzioni scolastiche potranno:

  • acquistare qualsiasi tipologia di bene o servizio strumentale (carta, cancelleria, giornali, riviste, attrezzature sportive e ricreative, scientifiche, strumenti musicali, materiale bibliografico, servizi consulenziali e professionali (assistenza tecnica, informatica, psicologica,di progettazione e realizzazione e allestimento delle aree esterne per la realizzazione delle attività).
  • remunerare con le risorse in esame il personale scolastico (docenti e ATA) coinvolto nella progettazione e realizzazione delle iniziative.

Trattandosi di compensi di natura accessoria la nota precisa che:

  • andranno corrisposti solo se trattasi di attività da realizzare non comprese tra quelle di natura ordinaria previste nei CCNL
  • il personale da coinvolgere nell’attività realizzata sarà individuato dalla singola scuola tenendo conto del tipo di attività
  • i parametri retributivi per le attività svolte sono individuati dal CCNL; ad esempio per le attività laboratoriali dei docenti l’importo orario è pari ad € 35,00
  • i criteri per l’attribuzione dei compensi accessori al personale docente, educativo ed ATA sono oggetto di Contrattazione Integrativa di Istituto.

Le risorse saranno assegnate alle scuole sulla base del numero degli alunni in applicazione di specifico decreto del ministro.
La nota infine, fornisce indicazioni per la corretta contabilizzazione delle risorse e per l’utilizzo del servizio di Help desk.

M_PI.-nota-11653.14-05-2021.pdf


Fonte: https://www.cislscuola.it/index.php?id=2872&tx_ttnews%5Btt_news%5D=32512&cHash=cb90fdd617262decedf5cb48499b41c5

Piano Scuola Estate 2021, istruzioni operative sull'utilizzo delle risorse assegnate alle scuole

Inserito in Notizie

 

Con la nota prot. n. 11653 del 14/05/2021 la Direzione Generale per le Risorse Umane e Finanziarie del Ministero dell’Istruzione fornisce alle scuole le prime istruzioni operative in merito all'utilizzo delle risorse stanziate dall’art. 31, comma 6, del DL 41/2021 (cd "Decreto sostegni"), che ha incrementato di 150 milioni di euro, per il 2021, il Fondo per l'arricchimento e ampliamento dell'offerta formativa e per gli interventi perequativi di cui all'art. 1 della legge 440/1997.
Tale incremento, come è noto, è finalizzato a sostenere il "Piano scuola per l'estate 2021", illustrato dal Ministero con la circolare 643 del 27 aprile scorso e di cui la nota della DGRUF ripropone l’articolazione in tre fasi, collocate nel periodo che intercorre tra la fine delle lezioni dell'a.s. 2020/21 e l'inizio di quelle dell'a.s. 2021/2022.
Per la realizzazione degli interventi di cui sarà deliberata la messa in atto, le istituzioni scolastiche potranno:

  • acquistare qualsiasi tipologia di bene o servizio strumentale (carta, cancelleria, giornali, riviste, attrezzature sportive e ricreative, scientifiche, strumenti musicali, materiale bibliografico, servizi consulenziali e professionali (assistenza tecnica, informatica, psicologica,di progettazione e realizzazione e allestimento delle aree esterne per la realizzazione delle attività).
  • remunerare con le risorse in esame il personale scolastico (docenti e ATA) coinvolto nella progettazione e realizzazione delle iniziative.

Trattandosi di compensi di natura accessoria la nota precisa che:

  • andranno corrisposti solo se trattasi di attività da realizzare non comprese tra quelle di natura ordinaria previste nei CCNL
  • il personale da coinvolgere nell'attività realizzata sarà individuato dalla singola scuola tenendo conto del tipo di attività
  • i parametri retributivi per le attività svolte sono individuati dal CCNL; ad esempio per le attività laboratoriali dei docenti l'importo orario è pari ad € 35,00
  • i criteri per l'attribuzione dei compensi accessori al personale docente, educativo ed ATA sono oggetto di Contrattazione Integrativa di Istituto.

Le risorse saranno assegnate alle scuole sulla base del numero degli alunni in applicazione di specifico decreto del ministro.
La nota infine, fornisce indicazioni per la corretta contabilizzazione delle risorse e per l'utilizzo del servizio di Help desk.

Files:
M_PI.-nota-11653.14-05-2021.pdf493 K

Fonte:www.cislscuola.it

IPOTESI DEL CONTRATTO COLLETTIVO NAZIONALE QUADRO PER LA DEFINIZIONE DEI COMPARTI E DELLE AREE PER IL PERIODO CONTRATTUALE 2019-2021

Inserito in Notizie

SOTTOSCRITTA L’IPOTESI DEL CONTRATTO COLLETTIVO NAZIONALE QUADRO PER LA DEFINIZIONE DEI COMPARTI E DELLE AREE PER IL PERIODO CONTRATTUALE 2019-2021

Stampa PDF

In data 15 aprile 2021 è stata sottoscritta l’Ipotesi del Contratto collettivo nazionale quadro per la definizione dei comparti e delle aree per il periodo contrattuale (2019-2021).

Il testo contrattuale, primo atto della nuova stagione negoziale, definisce la composizione dei comparti di contrattazione collettiva per il triennio 2019-2021. Vengono confermanti, anche con riguardo all’assetto, i comparti Funzioni centrali, Istruzione e ricerca, Funzioni locali e Sanità. Per quanto attiene alle Aree della dirigenza, ferma restando l’articolazione nelle quattro aree già definite dal precedente CCNQ, le parti hanno ritenuto opportuno proseguire il negoziato al fine di definirne la composizione.

L’accordo raggiunto permette, non appena ricevuti gli atti di indirizzo, di avviare le trattative contrattuali 2019-2021.

Fonte:www.aranagenzia.it

DIchiarazioni Luigi Sbarra al Ministro Bianchi

Inserito in Notizie

Luigi Sbarra al Ministro Bianchi “Urgente garantire la copertura dei posti vacanti e aprire tavolo per rinnovo contrattuale“

06.05.2021 16:28

È nostra intenzione fare del Patto per l’istruzione e la formazione l’occasione per  aprire una nuova stagione di confronto su un tema strategico e fondamentale come la formazione dei giovani del nostro Paese e in generale sull’investimento in risorse umane e professionalità adeguate”. E’ quanto ha sottolineato oggi il Segretario Generale della Cisl Luigi Sbarra nel corso del confronto con il Ministro dell'Istruzione, Bianchi.
Gli impegni da assumere sono molteplici: alcuni riguardano interventi di respiro pluriennale, come quelli delineati nel PNRR. Ma oggi vogliamo porre anche il tema degli interventi di particolare urgenza, che vanno adottati in tempi rapidi e sui quali il patto deve contenere precisi impegni condivisi. Occorre indicare con chiarezza come obiettivo prioritario quello di garantire, sin dal 1° settembre prossimo, attraverso la copertura dei posti vacanti e disponibili, il corretto e regolare avvio dell’anno scolastico. A tal fine vanno individuate nell’immediato soluzioni in materia di reclutamento del personale scolastico. È inoltre essenziale provvedere rapidamente all’apertura del tavolo per il rinnovo contrattuale 2019-21, valorizzando il confronto con le parti sociali fin dalla fase di predisposizione dell’atto di indirizzo. Sul tema delle retribuzioni che, come dimostrano le rilevazioni dell’Aran, sono tra le più basse in tutta la PA, chiediamo impegni precisi per poter investire sullo sviluppo professionale del personale della scuola. È necessario pertanto un coerente finanziamento con risorse da destinare ad uno specifico fondo sia per il personale del  Comparto scuola che per l’Area della dirigenza scolastica. La CISL è pronta a dare il suo fattivo contributo in tutte le sedi di confronto e conferma la piena disponibilità a declinare gli obiettivi specifici per il settore istruzione, in un quadro di stretta coerenza con gli impegni condivisi nel Patto per il lavoro pubblico,sottoscritto a Palazzo Chigi tra le parti sociali ed il Presidente del Consiglio”.

Roma, 6 maggio 2021

 

Fonte:www.cislscuolacosenza.it